ALLOGGI PROTETTI ANZIANI

 

 

La Fondazione Pensionato Sannazzarese ONLUS è gestore dei servizi degli alloggi protetti e proprietario della struttura.

Gli Alloggi Protetti per Anziani sono un servizio a carattere permanente destinato a persone che abbiano compiuti 65 anni e che si trovino in condizioni di fragilità e parziale autosufficienza e che, per mantenere la propria autonomia di vita, necessitano di una situazione abitativa adeguata alle proprie condizioni di età e salute e di una situazione “protetta”. Rappresentano una risposta intermedia tra il domicilio e servizi ad alta protezione.

 

 

La struttura

Gli Alloggi Protetti per Anziani sono inseriti in una struttura di nuova costruzione collocata in via Incisa n. 7 a Sannazzaro de’ Burgondi e rispondono ai requisiti abitativi, organizzativi e funzionali prescritti dalle normative vigenti e, in particolare, sono privi di barriere architettoniche per garantire accessibilità, fruibilità e vivibilità.


L’edificio comprende n. 4 appartamenti, collocati al primo e al secondo piano, di cui n. 3 destinati a 2 persone e n. 1 ad una sola persona, oltre ad una sala polivalente comune al piano terra che ha funzione di soggiorno, sala da pranzo e socializzazione. A servizio degli alloggi protetti vi è un bagno al piano terra. L’immobile è dotato di ascensore.

 

Gli alloggi sono composti da un soggiorno con angolo cottura, camera da letto, bagno con doccia e disimpegno per una metratura di circa 35/40 mq.

 


Tutti gli alloggi protetti sono arredati con:


  • cucina comprendente piastre elettriche ad induzione, forno a microonde, cappa di aspirazione, lavello, frigo e freezer, lavatrice, pensili e mobili vari
  • angolo pranzo con tavolo e sedie e parete attrezzata
  • zona relax con poltrona e televisore
  • letto, comodino e armadio
  • apparecchi illuminanti
  • bagno con lavabo e servizio igienico, completo di doccia con sedile ergonomico, arredato con accessori e corrimani per garantire sicurezza.

L’utente può personalizzare l’ambiente con oggetti propri quali piccoli arredi, quadri, soprammobili, ecc.


Per ogni alloggio sono garantiti oltre all’arredo di cui sopra, l’impianto di riscaldamento e climatizzazione, acqua, illuminazione, prese elettriche, presa TV, citofono per apertura ingresso oltre ad un impianto di chiamata per le emergenze.


Le caratteristiche principali di residenzialità possono essere così sintetizzate:


silenziosità, quiete, facilità di accesso, ubicazione nel centro storico di Sannazzaro de’ Burgondi, vicinanza ai mezzi pubblici di trasporto e ai principali servizi (negozi, Comune, farmacia, posta, istituti bancari, Chiesa).



Finalità

 

Gli alloggi protetti per anziani hanno conseguentemente la finalità di:

 

a. garantire all’anziano la domiciliarità, rispettando il bisogno di privacy e di mantenimento dell’identità personale e la libertà di autogestione;

 

b. migliorare la sua qualità di vita, sollecitando le azioni quotidiane di gestione di sé, per limitare la dipendenza;

 

c. prevenire l’isolamento e l’emarginazione, favorendo i suoi rapporti interpersonali e le relazioni affettive;

 

d. prevenire ricoveri impropri in strutture socio-sanitarie e sanitarie;

 

e. dare sollievo alle famiglie.

 

Modalità di ingresso

La modulistica relativa alla domanda di accoglienza presso gli alloggi protetti si può ritirare presso l’Ufficio Amministrativo della Fondazione in via Incisa 1 a Sannazzaro de’ Burgondi oppure può essere scaricata dal sito www.pensionatosannazzarese.it.

 

La domanda redatta su apposita modulistica predisposta dalla Fondazione Pensionato è costituita da:

1. domanda di accoglienza

2. certificato del medico

3. informativa per il trattamento dei dati personali

 

La domanda di ingresso deve essere presentata presso gli uffici Amministrativi della Fondazione.

 

Destinatari

 

Gli alloggi protetti per anziani sono destinati ad accogliere persone anziane, singoli o coppie,  prioritariamente con residenza nel Comune di Sannazzaro de’ Burgondi, che presentino le seguenti caratteristiche:

 

  • sufficiente grado di autonomia e che tuttavia abbisognano di un ambiente controllato e protetto;

  • scarsa autonomia nelle sole funzioni di tipo strumentale;

  • condizioni di solitudine, mancanza di relazioni, reti familiari deboli o assenti;

  • lievi difficoltà, conservata capacità deambulatoria, anche con l’utilizzo di ausili;

  • patologie gestibili al domicilio con conservazione della capacità di assumere autonomamente la terapia, anche se preparata in anticipo.

    Non sono ammissibili persone:

 

  • non autosufficienti se non inserite in nucleo familiare che assicura assistenza adeguata,
  • con elevate esigenze clinico assistenziali,
  • con problematiche psichiatriche attive,
  • con demenza associata a gravi disturbi comportamentali.

 


Immagini