Centro Diurno Integrato


Il Centro Diurno Integrato si qualifica come servizio che opera in regime diurno.
Tale servizio si pone nell'ottica e a compendio degli obiettivi mirati al recupero funzionale dell'autonomia e alla reintegrazione nell'ambiente socio-familiare di provenienza. È un servizio con funzione intermedia nella rete dei servizi tra l'assistenza domiciliare integrata e la struttura di ricovero con finalità di:

  • ritardare il più a lungo possibile il ricovero di soggetti anziani non autosufficienti, garantendo loro forme di sostegno non attivabili a domicilio;
  • sostenere adeguatamente la famiglia nella gestione di anziani non autosufficienti;
  • offrire in regime di ricovero diurno prestazioni socio-assistenziali, riabilitative e sanitarie;
  • integrare la rete dei servizi di assistenza domiciliare potenziandone la capacità di evitare il ricovero di soggetti con bisogni assistenziali anche rilevanti.

Il Centro Diurno nasce quale emanazione di un servizio per anziani di tipo residenziale già esistente che in questo modo tende ad integrare le proprie prestazioni e ad aprirsi alla comunità.

I destinatari sono persone di norma di età superiore ai 65 anni con compromissione dell’autosufficienza:

  • affetti da pluripatologie cronico-degenerative, fra le quali anche le demenze, ma senza gravi disturbi comportamentali;
  • sole, anche con un livello discreto di autonomia ma a rischio di emarginazione dalle cure, oppure inserite in un contesto familiare o solidale, per le quali l’assistenza domiciliare risulta insufficiente o troppo onerosa;
  • che si trovano in condizioni psico-fisiche tali da raggiungere con un trasporto protetto il servizio territoriale.

Non sono ammissibili persone:

  • autosufficienti
  • che già fruiscono di servizi residenziali socio-sanitari
  • con elevate esigenze clinico-assistenziali
  • con problematiche psichiatriche attive
  • con demenza associata a gravi disturbi comportamentali
  • in età giovane o giovane-adulta con disabilità

 

Le prestazioni offerte dal Centro Diurno sono costituite da:

a) servizi alla persona: supporto e protezione nelle attività della vita quotidiana, nella assunzione dei cibi e delle bevande, nella cura della persona (scelta e cura dell’abbigliamento, cura della barba e dei capelli, igiene orale, delle mani e dell’intera persona);

b) servizi sanitari e riabilitativi: valutazione e controllo geriatrico, con conseguenti ed eventuali trattamenti farmacologici, medicazioni, interventi riabilitativi, occupazionali o di mantenimento delle abilità (mediante trattamenti individuali e di gruppo). E’ esclusa dalle prestazioni la fornitura di farmaci e presidi sanitari in genere;

c) servizi di animazione e socializzazione: interventi di gruppo e individuali (quali feste con musica, giochi, attività manuali e pratiche, letture, gite, ecc.) per contenere il rallentamento psico-fisico e la tendenza all’isolamento sociale e culturale, nonché per sviluppare una concezione positiva della propria vita;

d) servizi di sostegno al contesto familiare o solidale: interventi di informazione ed educazione per favorire l’utilizzo a domicilio di tutti i presìdi, gli ausili e le procedure che adattino l’ambiente domestico al grado di non autosufficienza raggiunto e supportino l’autonomia residua della persona anziana e le risorse assistenziali del nucleo familiare o solidale a cui essa appartiene.

 

Per ogni utente del centro viene predisposto un fascicolo sanitario e sociale compilato all’ingresso e aggiornato ogni due mesi e comunque ogni qual volta vi sia un cambiamento significativo della condizione biopsicosociale dell’ospite o eventi la cui registrazione sia utile o necessaria alla corretta compilazione della scheda di osservazione intermedia dell’assistenza (S.OS.IA). Tale fascicolo conterrà:

  • a) anamnesi medica, infermieristica e funzionale, esame obiettivo di organi e apparati, presenza di lesioni da decubito e loro risoluzione;
  • b) scala di valutazione funzionale dell’ospite modificata ogni volta vi sia un cambiamento dei livelli di assistenza;
  • c) segnalazione di eventi significativi.